Scheda Progetto

Centro Commerciale Naturale

Anno: 
2012
Luogo: 
Web contest
Stato: 
Concorso

Localizzazione e scopo del bando. Concorso per l’ideazione di un logotipo/marchio identificativo del Centro commerciale naturale Citta' di Codroipo.

 

Concept. L’essenzialità è un distillato, celebrazione di un’identità, limpida, persistente. La complessità sta nella sfumatura, la ricchezza nel richiamo.  Nulla di più di quel che è, e tanto basta.  

Il logo si compone di un segno grafico semplice e di una scritta. Un asterisco accompagnato dalla sigla compatta di Centro Commerciale Naturale Città di Codroipo.  

La composizione è semplice e immediata, l’immagine che si delinea è nitida e fresca. Né orpelli né distrazioni. 

La pulizia della grafica esalta la forma che risulta estremamente leggibile a qualsiasi dimensione. Il simbolo emerge dallo sfondo e gode di vita propria, non più decorazione ma veicolo di comunicazione.  

Il segno grafico è un asterisco che riassume in sé molteplici significati tra loro interrelati.  Il commercio è un crocevia: relazioni, scambi, contratti, tutto origina dall’incontro e a quello mira. Il luogo della relazione è la piazza, confluenza delle vie del commercio. I bracci dell’asterisco rappresentano la centralità, la convergenza, l’incontro; sottolineano l’importanza del luogo fisico, del contatto, anche nell’era digitale.  I bracci sono anche possibilità: di proseguire, di tornare indietro, di fermarsi, di scegliere qualsiasi direzione. Apertura a sviluppi futuri, ad approfondimenti, a richiami: è l’essenza dell’asterisco, il suo sottintendere qualcosa di più di quello che si vede, qualcos’altro da scoprire.  

L’asterisco è leggermente ruotato per ottenere un’immagine fresca, dinamica. Il simbolo più riconoscibile del commercio, la shopper, aiuta a far emergere una figura nella figura, ampliando il gioco di rimandi. A ben vedere l’asterisco ha proporzioni umanoidi, un richiamo al bisogno di spazi autentici, a misura d’uomo. Nelle sue goffe fattezze, nella camminata incerta, quest’ometto trasmette empatia, comunica una volontà di incontrare, di conoscere, quasi di abbracciare chi ha davanti, potrebbe ricordare un bambino e la sua spontaneità, il nostro futuro. L’identità è un progetto di crescita, non una sterile celebrazione del passato.  Il testo “CCNCodroipo” riassume nell’acronimo il progetto di rete degli esercizi commerciali della città e allo stesso tempo tiene sempre in evidenza il nome, espressione più alta dell’identità di un luogo: ciò che battezza chi vi nasce e chi decide di abitarvi. Il carattere è pulito e moderno e evidenzia nella “C” rossa contratta le iniziali di “città” e “Codroipo”, valorizzando ancora una volta l’importanza della centralità.    

 

Applicazioni. La grafica si presta per un’efficace promozione online che può spaziare dal sito web alle applicazioni per smart phone. L’ottica è quella di una campagna di immagine coordinata, atta a ricercare nella forza comunicativa di un logo la propria riconoscibilità sul mercato, senza disperdere energie.  La forza espressiva del semplice simbolo e del payoff lo rendono particolarmente adatto a forme promozionali alla piccola scala territoriale, come shopper e magliette griffate.  Il segno è versatile per sua natura e con la variazione del colore può adattarsi alla promozione delle attività commerciali aderenti al CCN, semplicemente assegnando un colore identificativo ai diversi settori commerciali presenti. Inoltre, per rafforzarne le capacità comunicative, lo stesso logo, come accennato nel bando, può promuovere anche altre manifestazioni (culturali, sportive etc) a sostegno della vitalità del centro abitato.  

 

Payoff. Il payoff aggiunge un brevissimo testo al simbolo grafico, così da rafforzarne l’immagine.  Esso riassume l’intento promozionale, la volontà di sostenere le attività del centro abitato e con esse la vitalità stessa della città: SHOP IN CENTRE. Ancora una volta si sottolinea l’importanza del luogo fisico, dell’identità, la preposizione di stato e moto a luogo “in”, evidenziata col colore, rappresenta la centralità, la volontà di trattenere chi vive in città e di attrarre chi vive all’esterno. Le parole “SHOPPING CENTRE” evolvono in “SHOP IN CENTRE”. Un gioco di parole che evidenzia l’evoluzione del sentire comune verso l’autenticità, un viaggio che ci ha portati a credere nei grandi centri commerciali per poi disorientarci e, a ritroso, riscoprire la bellezza di acquistare in città.  L’efficacia della proposta si basa su quattro punti: 1) lo slogan suona come shopping centre (centro commerciale) ma alla vista si legge shop in centre (compra in centro!). In questo distillato di parole c’è racchiusa tutta la politica di sostegno al settore commerciale ma anche, più profondamente, la contrapposizione tra due modelli di sviluppo antitetici: quello del centro commerciale e quello del commercio diffuso nel tessuto urbano; 2) le parole sono solo tre, immediatezza disarmante.  3) un buon payoff deve essere usato per promuovere e in questo caso è immediato l’invito (quasi perentorio) a vivere e comprare in città; 4) lo slogan suona familiare e identifica immediatamente il settore di attività cui si riferisce, facilitandone la riconoscibilità e aumentando così l’efficacia del gioco di parole. Le parole usate sono di semplice comprensione ormai a chiunque, giacché tra le più frequenti in uso e perfino mutuate nel linguaggio comune (shopping, shopper etc).